LG produce una tv antizanzare

Pensavate di averle viste tutte, ma proprio tutte? Il mercato delle tv non ha segreti per voi? Ebbene, LG sembra avere in cantiere una tv che ha una funzionalità sicuramente utile, e sicuramente “anomala”: un dispositivo che punta ad allontanare le zanzare dalla stanza nella quale si sta guardando lo schermo. Consentendo dunque a tutti coloro che stanno ammirando un film o un programma tv, di poterlo fare senza l’interruzione del fastidioso ronzio. Come? La tv degli ultrasuoni non percepibili dall’orecchio umano, tenendo a base i fastidiosi insetti succhiasangue, senza le spese aggiuntive di altri dispositivi, e senza l’utilizzo di prodotti chimici di alcun tipo. Insomma, una caratteristica non certo comune, che potrebbe comunque trovare una folta schiera di appassionati, soprattutto in un Paese (l’India) che è ricco di zanzare, e dove la tv è appunto stata lanciata. Read more »

Audi chiude trimestre con utili in calo

Lo scorso trimestre è stato particolarmente teso per Audi, la cui prestazione redditizia è stata frenata dagli oneri straordinari legati ai richiami per gli airbag difettosi prodotti dall’azienda giapponese Takata, ma non solo.

Complessivamente, da quanto sopra ne è derivato che il fatturato è calato dell’1% su base annua a 14,551 miliardi di euro, e che nonostante una crescita delle consegne del 4% a 455.754 unità, il costruttore appartenente al gruppo Volkswagen è stato comunque penalizzato dallo sfavorevole contesto valutario e dall’intensificazione della concorrenza. Read more »

Gli spagnoli non vedranno gli Europei di Calcio?

La notizia sarebbe abbastanza clamorosa, ma gli spagnoli, forti di una nazionale Campione d’Europa nel 2008 e nel 2012, e Campione del Mondo nel 2010, potrebbero non vedere gli Europei di Calcio in tv. Le reti spagnole spagnole Cuatro e Telecinco, controllate da Mediaset Spagna, non sembrano infatti intenzionate ad acquistare i diritti tv per la trasmissione, poichè ritenuti troppo cari.

Mediaset ha infatti reso noto di non voler investire i 70 milioni di euro di diritti richiesti dall’agenzia Caa Eleven, divisione di Caa Sports, il gruppo mondiale della comunicazione sportiva, che è incaricata di gestire i diritti per conto della Uefa. Read more »

Come funziona il part time pre pensionamento degli statali

In seguito alla conversione in legge del decreto milleproroghe, anche i dipendenti pubblici prossimi alla pensione possono godere di un’uscita “soft”: un part time con copertura pensionistica figurativa per la quota di retribuzione perduta e con la corresponsione di una somma pari alla contribuzione pensionistica che sarebbe stata a carico del datore di lavoro relativa alla prestazione lavorativa non effettuata. Read more »

Chi sono i lavoratori usuranti?

Particolarmente rilevante per una lunga serie di fattispecie, non tutti hanno ben chiaro cosa si intenda per lavoratore usurante. Cerchiamo allora di fare un pò di chiarezza sul tema, cominciando dalla definizione di lavoratore particolarmente usurante, riconducibile al decreto Salvi del 1999, e secondo cui possono essere così definiti i lavoratori che sono addetti a una serie di attività di specifica rilevanza. Read more »

Fiat ancora meglio del mercato

Non è la prima volta, ma giova ricordare come anche nel mese di marzo Fiat Chrysler sia riuscita a battere il mercato italiano, avvicinandosi sempre più alla fatidica soglia del 30% di penetrazione del mercato nazionale. La società guidata dal top manager Sergio Marchionne ha infatti ottenuto il quindicesimo consecutivo miglioramento rispetto al contesto automotive, con oltre 2.300 immatricolazioni della Tipo, l’ultimo prodotto arrivato nelle concessionarie prima dell’Alfa Giulia. Read more »

Chili di troppo? Ecco da cosa potrebbe realmente dipendere…

Convivete da anni con qualche chilo di troppo che proprio non vuole saperne di scomparire nonostante tutti i vostri sforzi? Ebbene, potrebbe dipendere da una predisposizione genetica, con la quale è opportuno cercare di convivere, per poterla contrastare al meglio.

In particolare, se avete generalmente 3-4 chili in più, potrebbe dipendere da un’intolleranza genetica al lattosio, il principale zucchero del latte. Per questo motivo, date un’occhiata attenta al vostro menu: se abbondano i latticini rischiate di ingrassare: l’intestino infatti non riesce a metabolizzare bene tali ingredienti e reagisce formando grandi quantità di gas, frutto della fermentazione e causa di un cronico gonfiore addominale. Read more »

Swatch, nuova vita per il re degli orologi

Guai a dare Swatch per defunta. Perché se qualcuno, non più tardi di qualche anno fa, profetizzava sventure per il colosso elvetico, oggi dovrà ben ricredersi guardando i dati del mercato degli orologi made in Svizzera, e confrontandoli con quelli della singola azienda. In un mercato in cui per prima volta dal 2009 le esportazioni di orologi swiss made sono calate (- 3,6% nel 2015, a quota 20,2 miliardi di franchi svizzeri, o 18,3 miliardi di euro), il gruppo Swatch è riuscito a viaggiare in controtendenza, rafforzando la propria leadership, e approfittando della disponibilità di un ventaglio di offerte talmente ampio da poter agevolmente coprire tutti i segmenti di prezzo e di utenza (fanno parte dello stesso gruppo anche Breguet, Tissot, Longines, e Omega). Read more »

Vendite quotidiani, il 2015 si chiude con mese in calo del 5%

Il mese di dicembre chiude un calo del 5% nelle vendite dei quotidiani. Un calo comunque non generalizzato, visto e considerato che Avvenire – ad esempio – può concludere lo scorso esercizio con dati che mostrano un progresso del 21% nelle diffusioni cartacee e digitali, arrivando a 142,8 mila copie. Bene anche Tuttosport, tra gli sportivi, con un +15,7% al lunedì (75 mila) e un +15,6% gli altri giorni. Altri due quotidiani nazionali, a dicembre 2015, hanno poi consolidato il segno positivo nelle diffusioni carta e digitale, sebbene con proporzioni meno significative: si tratta del Corriere della Sera, con un +0,5% (397.256 copie) e de Il Sole 24 Ore, stabile con un +0,3%. Read more »

Alitalia, andamento in linea con le previsioni

Alitalia “viaggia” in linea con le previsioni del piano industriale che – tra l’altro – prevede un ritorno all’utile l’anno prossimo. A fine gennaio si è infatti riunito il consiglio di amministrazione della compagnia aerea di bandiera, che ha di fatti confermato il business plan e l’andamento aziendale del 2015, in linea con il piano industriale che stima una perdita netta entro i 200 milioni di euro. Per averne contezza, bisognerà però attendere il mese di marzo, periodo particolarmente importante per la vita di Alitalia, visto e considerato che – conti a parte – a partire dal 1 del mese Cramer Ball assumerà formalmente la carica di amministratore delegato della compagnia. Read more »