Iscrizioni scuola al via dal 16 gennaio 2017

Come era nell’aria da qualche tempo, è stata anticipata al 16 gennaio 2017 la data per poter scegliere l’istituto dove iscrivere i propri figli in relazione al prossimo anno scolastico 2017/18. Da quel momento scatterà un arco temporale, non troppo esteso, per poter effettuare una scelta piuttosto importante, e che sarà operativa fino al 6 di febbraio. Già a partire dalle 9 del 9 gennaio, però, si potrà accedere alla fase di registrazione sul portale iscrizioni.istruzione.it. Chi ha già un’identità digitale del sistema pubblico potrà accedere con le credenziali del gestore che ha rilasciato l’identità.

Si tenga conto, in tal proposito, che le iscrizioni on line riguardano anche i corsi di istruzione e di formazione dei centri di formazione professionale regionali, ma in questo caso è necessario che le regioni abbiano esplicitamente aderito a tale possibilità legata alla digitalizzazione della procedura di iscrizione. L’adesione delle scuole paritarie è invece facoltativa. La scelta dell’istituto può essere fatta sul portale Scuole in chiaro.

Per quanto concerne le scuole dell’infanzia, la domanda è invece ancora cartacea e deve essere presentata alla scuola prescelta. In particolare, possono essere iscritti anche i bambini che compiono il terzo anno d’età entro il 31 dicembre 2017, e che hanno la precedenza su chi compie il terzo anno d’età entro il 30 aprile 2018.

Invece, come anticipato, dalla primaria in poi le iscrizioni sono gestibili interamente on line. I genitori dei bambini interessati possono così iscrivere alla prima classe della Primaria tutti i figli che compiono sei anni entro il 31 dicembre 2017; si possono iscrivere anche i bambini che compiono sei anni dopo il 31 dicembre 2017 e comunque entro il 30 aprile 2018. È possibile indicare altre due scuole in subordine.

Per la scelta della Media, i genitori esprimono le opzioni rispetto alle possibili articolazioni dell’orario settimanale (30 oppure 36 ore elevabili fino a 40 – tempo prolungato). In subordine alla prima, possibile indicare al massimo altre due scuole, come già avviene per la Primaria.

Infine, regole pressochè identiche anche per la scuola superiore, per la quale i genitori, al primo anno, devono esprimere anche la scelta dell’indirizzo. Gli studenti con cittadinanza non italiana, sprovvisti di codice fiscale potranno comunque essere iscritti online.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply